L’intervista su ByoBlu e i suoi inaspettati risvolti

Generalmente su questo blog non faccio pubblicità, né amo cantare le lodi di me stesso, tuttavia ho deciso di fare uno strappo alla regola e linkare l’intervista e l’articolo che ieri ne ha parlato

Non posso che sentirmi onorato leggendo il messaggio che mi è stato spedito dai responsabili del sito ByoBlu, il blog che ha pubblicato la mia intervista sulla sostenibilità…. Non capita tutti i giorni che un personaggio come Blondet si metta a pubblicizzare qualcuno, arrivando a proporlo come Ministro 😊😊

Gentile dott. Mazzola,
Di seguito il link della sua intervista: https://youtu.be/H7SG9f2O3pg
Inoltre vorrei segnalarle un articolo di Blondet in cui, a seguito dell’uscita del video, lei viene candidato a ministro
https://www.maurizioblondet.it/toccando-ferro-forse-ce-classe-dirigente/

Spero possiate trovare il tempo di guardare il video e poi di leggere il testo di Maurizio Blondet cliccando sui link

Buona Domenica delle Palme a tutti

Ettore

4 pensieri su “L’intervista su ByoBlu e i suoi inaspettati risvolti

  1. Byoblu mi sembra un universo parallelo in cui trovo rifugio
    Condivido il giudizio di Blondel e apprezzo che lo abbia formulato perché apre alla speranza di uscire da una incubo durato troppo tempo!

  2. Riuscendo anche a dimostrare la “ redditività “ degli investimenti di capitale necessari a sostenere un altro modello di città, sarebbe tutto più facile.

    1. Caro Maurizio, come ben sai, con i miei progetti per Corviale e ZEN l’ho fatto da tempo … se qualcuno in malafede volesse sostenere che si tratti di mere simulazioni – sebbene analizzate da esperti e pluripremiati all’estero – allora basta vedere quello che ho più volte raccontato nei miei libri ed articoli riguardo al sistema virtuoso messo in atto dall’ICP, Unione Edilizia Nazionale e Comitato Edilizio Centrale fino alla legge sui Governatorati … sistema che ho semplicemente provato a far rivivere in quei progetti senza inventare nulla di nuovo … Diversamente si potrebbe vedere il caso di Le Plessis-Robinson …

      1. Sì certo conosco parte di queste cose e credo che in molti cerchiamo di battere su questo tasto da tempo. Come sappiamo si tratta di dare all’investimento pubblico il ruolo decisivo che deve avere sul piano generale come, per dire, Mariana Mazzuccato ha fra i tanti recentemente dimostrato. Il problema per me in Italia risiede nell’arretratezza del personale politico e nella pochezza del capitale privato.

Rispondi a Maurizio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *